PON EDUGREEN con BioBot

EDUGREEN è il PON rivolto in particolare alle scuole del primo ciclo. L’idea chiave è realizzare ambienti e spazi su cui focalizzare l’attività didattica multidisciplinare per acquisire conoscenze sull’ambiente, sull’ecologia, le scienze, l’alimentazione ecc. e per sviluppare un'”educazione ambientale significativa e duratura” in linea con la tematica della transizione ecologica.

Edugreen-progetto

Il MIUR ha stanziato un’ingente parte del fondo PON-REACT EU per raggiungere un goal chiave per la Comunità Europea nei confronti delle nuove generazioni: la sensibilizzazione alle tematiche ambientali e la conoscenza dei principi alla base della transizione ecologica.
Ciascun Istituto scolastico del primo ciclo (comprendente quindi primaria e secondaria di primo grado) ha a disposizione 25.000 euro di cui il 70% da destinare all’acquisto di beni e attrezzature inerenti l’educazione verde.
Il 31 marzo 2022 è appunto uscito il decreto di approvazione delle istituzioni scolastiche ammesse a finanziamento per le azioni Edugreen e Laboratori Green.
Il 15 giugno 2022 è uscita l’infografica delle graduatorie definitive: 2855 progetti totali Edugreen autorizzati per uno stanziamento di 71,3 milioni di euro.

Esprime davvero al meglio il concetto di EDUGREEN: BioBot, orto su ruote che grazie alla sua natura “robotica” coniuga l’innovazione e le tecnologie informatiche contemporanee con la cura del verde.

Edugreen con BioBot

Nel dettaglio BioBot è un orto su ruote che permette l’irrigazione e il pompaggio dell’acqua in maniera automatizzata. L’automazione è dunque possibile grazie all’Arduino integrato e la regolazione dell’impianto è in mano agli studenti. Essi, infatti, grazie alla programmazione a blocchi (coding) controllano fino a 3 diverse colture. Gli studenti hanno in tal modo esperienza diretta di un laboratorio di sostenibilità: gestione dell’acqua e risparmio idrico.

orto-mobile-biobot-scienze-coding

La cura dell’ambiente e le scienze sono essenziali in questo progetto PON. BioBot è in effetti un laboratorio verde. In classe gli studenti vedono i progressi delle colture e comprendono le necessità e i bisogni delle piante. Misurano anche alcuni parametri come l’umidità del terreno, il PH e la CO2 servendosi dei sensori connessi ad Arduino (per maggiori dettagli su BioBot).

Non di meno è interessante avere più punti verdi BioBot per ciascun Istituto: per i diversi plessi o per più aule. In questo modo gruppi di studenti hanno in gestione un piccolo orto e possono confrontarsi in modo propositivo con i risultati dei loro compagni.

condividi questo articolo